Lago Maggiore e dintorni

Un luogo dal fascino antico

Ritenuto il più esteso dei laghi prealpini, da qui il nome “Maggiore”, è considerato uno degli specchi d’acqua più splendidi d’Italia, meta prediletta da grandi artisti per il suo peculiare incanto fatto di rilievi e colline, caratteristici borghi e giardini segreti. I dintorni del Lago Maggiore custodiscono un’atmosfera che sembra vivere fuori dal tempo: spazi permeati di pace e tranquillità restituiscono un’idea intatta di bellezza armonica.

Località
Giardino botanico di Villa Taranto

Era il 1931 quando il capitano di origini scozzese Neil Boyd Watson McEacharn decise di comprare la proprietà della marchesa di Sant’Elia per trasformarla in una “galleria d’arte botanica”. Grazie alle migliaia di piante e fiori provenienti da ogni parte del mondo, nel 2014 quello di Villa Taranto è stato eletto come giardino più bello del mondo dal sito Buzzfeed.

Giardino botanico di Villa Intragnola

Questo parco botanico che si estende per un chilometro sulla costa lombarda del Lago Maggiore è ricco di scorci magnifici e piante di grande bellezza come le azalee che fioriscono in primavera o le rare conifere esotiche coltivate a partire dai primi anni del Novecento. Passeggiando al suo interno, si è circondati da pini, abeti e altre specie provenienti da ogni parte del mondo.

Funivia per il Sasso del Ferro

Per raggiungere la sommità del Monte Sasso del Ferro a circa 1100 m s.l.m. esiste un unico modo: l’impianto di telecabine biposto. Da Laveno Mombello si prende la funivia che sale dolcemente fino a raggiungere un punto panoramico da dove si possono ammirare il Lago Maggiore, le Alpi, le Prealpi e la distesa della Pianura Padana.

Giardino Alpinia

Considerato un vero e proprio balcone naturale sul Lago Maggiore, il Giardino botanico Alpinia si trova ad Alpino, una frazione di Stresa, a 800 m d’altitudine. Facilmente raggiungibile con la funivia, accoglie più di settecento specie di piante per la maggior parte alpine, ma anche provenienti dall’Oriente e dall’America. La sua nascita è opera di Iginio Ambrosini, che nel 1934 decise di trasformare un semplice pascolo in un meraviglioso parco.

Varese

Conosciuta come “città giardino” grazie ai numerosi parchi che accoglie, Varese offre diversi siti da visitare immersi nel verde. Il Sacro Monte di Varese, i Giardini Estensi e le meravigliose ville sono solo alcuni dei punti d’interesse di questa “piccola Versailles”, come era solito definirla Giacomo Leopardi.

Questo sito prevede l’utilizzo dei cookies per garantire le migliori funzionalità. Si avverte che, in caso di disattivazione, potrebbe non essere garantita la completa funzionalità del sito.